Classifica Champagnes “Vignerons” 2015- seconda parte

Posted on 4 dicembre 2015

0


Dopo le prime dieci posizioni ecco il resto della classifica

11- PASCAL DOQUET 75’000 bottiglie anno

imagesADJ1G9F0

Pascal e Laure Doquet sono molto discreti e convinti del loro credo di agricoltura biologica certificata. Lo stile delle loro cuvee di Chardonnay sono molto “resistenti”: lieviti indigeni, malolattica non svolta e dosage minimi. La più importante progressione qualitativa della Cote des Blancs

12- VEUVE FOURNY ET FILS 190,000 bottiglie anno

images7AM53QYH

Una nuova generazione, Charles-Henry e Emmanuel Fourny, + alla guida di questa azienda famigliare ben impiantata sulla Cote des Blancs, specialmente su Clos Notre Dame, dal XX secolo.

13- DE SOUSA 100.000 bottiglie

de sousa

Erick De Sousa è il più intraprendente imprenditore della generazione. Dominato dallo Chardonnay il suo vigneto (Avize, Cramant e Oger) è certificato in Biodinamica. le sue cuvees offrono sensazioni forti con aromi terziari in predominanza.

14- GONET- MEDEVILLE 90.000 bottiglie anno

gonet

Uno dei nuovi attori nel panorama dei vignerons di Champagne. Xavier Gonet si è messo in conto proprio insieme alla sposa Julie Medeville, del Château Gilette a Sauternes. Dispongono, grazie alle proprie famiglie, di grandi Chardonnay di Mesnil sur Oger ( Louviere e Champs Allouettes) ed anche delle ottime Crus di Pinot Meunier ( Mareuil) e Pinot Noir (Ambonnay e Bisseull). Una parte dei vini fermentano in barriques  senza fermentazione malolattica.

15- LAHERTE-FRERES 110,000 bottiglie anno

laherte

Da Thierry e suo figlio Aurelien Laherte l’espressione Champagne di Terroir ha un vero e proprio senso. Hanno un poco più di 10 ha, soprattutto in Pinot Meunier e Chardonnay sulla Cote des Blancs. I 3/4 dei vini sono vinificati in barriques spesso senza fermentazione malolattica. L’azienda sta progredendo in potenza

16-JEAN BAPTISTE GEOFFROY 135,000 bottiglie

geffroy

L’azienda diretta da Jean Baptiste Geoffroy resta il miglior rappresentante del vigneto “solare”e molto Pinot Noir di Cumières. I vini non fanno nessuna fermentazione malolattica ed i dosage sono molto leggeri. La progressione più rimarcabile

17- MARGUET PERE ET FILS 75,000 bottiglie anno

imagesRF0RS101

I suoi 8 ha sono lavorati completamente in biodinamica. La prima fermentazione in legno, pochissimi solfati, danno uno stile vinoso e soave a questi vini con il Pinot dominante. Una nuova generazione di Champagne di gastronomia

18-PIERRE PAILLARD 95,000 bottiglie anno

imagesTI0U9FG6

Pierre ed i suoi due figli (Antoine e Quentin) hanno una decina di ettari , molto frazionati, di Grands Crus di Pinots nella zona di Bouzy. Hanno anche vigneti di Chardonnay molto maturi

19- FRANCK PASCAL 30’000 bottiglie anno

untitled

Franck, ingegnere laureato, e sua moglie Isabelle sono dei veri e propri adepti della Biodinamica. Il loro vigneto, di 4 ha, è frazionato su cinque comuni, ha dominante Pinots ( Meunier e Noir) coltivati su terreni con argilla e silex.

20- ERIC RODEZ  45’000 bottiglie anno

images4V53KMS1

Eric ha convertito il suo vigneto in Biodinamica. “Bio, bisogna soprattutto avere voglia” è solito dire Eric, tra l’altro Sindaco di Ambonnay, insieme al figlio Mickael. Insieme coltivano poco più di 6 ha tutti in Grand Cru con Pinot Noir molto generosi. Le fermentazioni malolattiche sono rare ed i dosage ( 4gr/l) molto leggeri.

21-LILBERT FILS 30.000 bottiglie anno

Azienda della Cote des Blancs. Le cuvee puro Chardonnay provengono dalle crus di Chouilly,Oiry e Cramant. Prezzi saggi

22- R. POUILLON ET FILS 60.000 bottiglie anno

Fondato nel 1947 è situato a Mareuil e Ay ( dunque molto Pinot Noir) e si estende fino alla Cote des Blancs.

23-DIEBOLT VALLOIS 140.000 bottiglie anno

Il vigneto è principalmente situato a Cramant e Cuis, nella Cote des Blancs. I suoi Champagne offrono un’espressione molto elegante dello Chardonnay

24- ANDRE JACQUART 90.000 bottiglie anno

Azienda di Mesnil sur Oger con Chardonnay generosi e precisi, senza fermentazione malolattica. Da conoscere

25- CRISTOPHE MIGNON 40.000 bottiglie anno

Quinta generazione alla guida di un vigneto di 6.5 ha esclusivamente a Pinot Meunier.

26-J.L. VERGNON 50.000 bottiglie anno

Azienda nata negli anni 50′ ma che si è orientata verso produzione qualitativa solamente negli anni 2000.

 

 

 

 

 

Annunci