Starbucks, il gigante delle caffetterie, diventa wine bar………

Posted on 15 settembre 2015

0


Starbucks dopo essere diventata l’immagine simbolo della globalizzazione mondiale del caffe ora cerca di imporre la sua filosofia anche nel mondo del vino. Va bene Starbucks ha contribuito a far conoscere, se mai c’era bisogno, il fantastico mondo dei cappuccini, latte macchiato, espresso insomma l’art de vivre a l’italienne in tutto il mondo. I locali Starbucks sono diventati luoghi di culto ed i giovanissimi fanno a gara per farsi fotografare all’interno di questi posti. Per me è un posto dove riesco a trovare un espresso decente quando sono all’estero e niente di più. Bene ora passano anche al vino con il programma “Starbucks Evenings”.

starbucks-menu-inside

Uno dei blogger di Vinepair ha provato uno di questi 3000 locali sparsi negli Stati Uniti. Una scelta di 5 bianchi ( di cui 1 effervescente) e 5 rossi , serviti con bicchieri Riedl, senza stelo, concepiti appositamente per il gigante delle caffetterie. Vini senza stile, piatti senza appeal, poca conoscenza dei prodotti serviti, la coda anche per ottenere un calice di vino insomma a parere del blogger, gli Starbucks Evenings andrebbero bene solamente in posti dove la scelta è limitata : gli aeroporti…….. Wait and see!!!!!!

Annunci
Posted in: indignati