Bordeaux e biodinamica

Posted on 7 novembre 2014

2


Non sono molti i vini di Bordeaux che abbracciano l’ideologia biodinamica. I motivi sono tanti: a cominciare dalle bizze del tempo e dall’elevata piovosità che fanno desistere molti produttori ad abbracciare il biologico o la biodinamica. La paura di non poter trattare le vigne quando appaiono malattie è tanta, in più se aggiungiamo l’alta piovosità voilà che il gioco è fatto.. Pochi giorni fa ero con il direttore di una importante maison di Champagne e parlando di alcuni dei loro prodotti, ho avuto la conferma di alcune loro cuvee in biodinamica. Però, mi ha detto, non comunichiamo troppo questo aspetto perché cosi se succede qualcosa possiamo trattare….

thDOH115PM

Château pontet canet

Ecco il motivo che scoraggia molti Chateaux bordolesi ad abbracciare completamente la biodinamica. Conoscevamo già il Château Pontet Canet  ( Grand Cru Classè di Pauillac classificata nel 1855) che già da molti anni si è convertito; sapevamo di Château Climens ( Grand Cru 1855 Sauternes); Château Grand Corbin ( Grand Cru Classè a Saint Emilion); Château Fonroque a Saint Emilion.

chateau durfort-vivens

Château durfort-vivens

Ebbene a questi pionieri si è aggiunto anche Château Durfort-Vivens , grand cru classè 1855 a Margaux.

Annunci
Posted in: Senza categoria