Bordeaux 2011

Posted on 13 aprile 2012

0


Dopo due anni di prezzi alle stelle  i vini di Bordeaux potrebbero finalmente dimezzarsi d anche del 50%. E’ quanto hanno detto i vari wine merchant alla presentazione dei primeurs di Bordeaux svoltasi qualche giorno fa. I primi commenti dicono che nonostante ci siano dei vini decenti, nell’annata 2011, non sono della stessa qualità delle annate 2010 e 2009 e questo dovrebbe riflettersi nel prezzo.

I clienti, particolarmente quelli asiatici, che nelle due ultime annate hanno sovra pagato i vini di Bordeaux, adesso lamentano nessun guadagno sugli stessi vini. Prendendo spunto da chinchin jobs.com , sito inglese specializzato nei lavoro che gravitano intorno al mondo dei liquori e vino, riportiamo le parole di Joss Fowler, head of fine wines della Berry Bross& Rudd ( compagnia che è una delle più grosse importatrici di grandi vini di Bordeaux di tutta l’Inghilterra): “nel corso degli ultimi due anni abbiamo avuto vini non particolarmente apprezzati a causa del loro prezzo, tanto che ci voleva una specie di mutuo per comprarli….. Ora con quest’ultimo millesimo alcuni vini saranno venduti a metà prezzo rispetto al 2011”.

Anche gli investitori asiatici dovrebbero calmarsi in quanto non hanno fatto enormi profitti con le due ultime annate. Infatti con queste annate a causa dei prezzi folli, i wine merchant asiatici  hanno avuto profitto molto bassi  e la stessa ” grandeur” di Bordeaux rischia di rovinare un mercato che potrebbe essere molto importante per loro. Ci sono stati enormi guadagni con le annate tipo il 2000 ( tra parentesi una annata non particolarmente eccelsa) quando una cassa di Lafite si pagava 2500€ e la stessa oggi si vende a 20’000€. Tanti altri vini di quelle annate tra il 2000 ed il 2004 hanno aumentato il loro valore di 4/5 volte. I clienti sono interessati ed intrigati da questi vini pieni di fascino e storia, ma ancora più del passato il prezzo è un fattore importantissimo. Se ci sarà un prezzo equo ci sarà sempre un posto per questi vini, sennò si apriranno al altri paesi. Io i vini di Bordeaux ho iniziato ad acquistarli  in quantità molto basse da diversi anni : da circa l’uscita dell’annata 2000 che già a quei tempi aveva prezzi folli.

Allora mi orientavo verso l’annata 2001, che la ritenevo superiore in qualità, e poi gradualmente anche le annate dette “inferiori” hannno subito l’escalation dei prezzi che i vini di Bordeaux hanno avuto. Ho rinunciato a comprare i 2005 a causa dei prezzi folli e poi questi vini bisogna venderli e ci vogliono i clienti che vogliono pagare un prezzo ricaricato di 5/6 volte…. Non è facile, personalmente mantengo i grandi di Bordeaux, con annate vecchie che fortunatamente avevo ancora in cantina, poi delle belle scoperte con un ottimo rapporto qualità e prezzo. Ho aumentato in maniera importante la sezione vini italiani e quella del mondo . Bordeaux adieu!!!!!

Annunci