Nonostante la crisi l’industria vinicola USA cresce

Posted on 3 febbraio 2012

0


La crisi economica e dei consumi ha colpito tutti i vari settori economici e soprattutto quello vinicolo. Lavorando ogni giorno in un hotel e ristorante posso constatare personalmente che i clienti , forse perchè sono più attenti al regime alimentare oppure per paura dei controlli, hanno ridotto il consumo di bottiglie orientandosi verso i bicchieri di vino. Bere vino al ristorante continua ad essere in uso sono solo diminuite le quantità: quando prima era una bottiglia ora sono i bicchieri ed i calcoli sono presto fatti, quando ci vogliono 5 bicchieri per finire una bottiglia ecco il rapporto!!

Image

Comunque l’industria vinicola tira e negli Stati Uniti i numeri continuano a crescere: attualmente ci sono 7345 wineries operanti cioè 450 in più rispetto all’anno scorso, pari ad un incremento del 6%. In Canada le wineries operative sono 450 paragonabili ad un più 17% rispetto all’anno scorso . Questo significa che il continente nord americano sta aumentando la passione per il vino e dall’anno scorso è il più grande mercato per il vino.

Image

Il maggiore numero delle wineries si trovano in California con 3519 aziende ed un incremento di 196 nuove aziende.Praticamente più della metà delle aziende totali degli Stati Uniti si trovano in California. C’è da segnalare un importante crescita in Canada e nelle due regioni della British Columbia e Oregon ormai ci sono più di 100 aziende. I sei maggiori stati vinicoli americani sono in ordine: California, Washington,Oregon, New York,Virginia e Texas.

Le aziende di maggiori dimensioni si trovano in California che imbottiglia circa il 90% del vino totale prodotto negli USA.

Annunci
Posted in: usa