“Il Signore delle Cantine”, oppure Cave, se preferite

Posted on 20 novembre 2011

7


Oggi la cantina non è più considerata come una volta, cioè il luogo dove si accatastavano casse di bottiglie una sopra l’altra e potevano invecchiare tranquillamente. Il proprietario della cantina, e delle bottiglie, era probabilmente l’unica persona che si avventurava nel locale.

Oggi le bottiglie rare e costose non si devono più nascondere in vecchie cantine, ma cominciano ad essere oggetto di esposizione. La rarità, la voglia di possedere qualcosa di raro, esclusivo ha contribuito a cambiare totalmente il concetto di cantina per il vino. Oggi la cantina diventa uno spazio vitale, d’esposizione annesso alla casa, e non più nei piani interrati e nascosto a tutti. La tendenza di molti top architetti è quella di integrare la cantina come parte del salone, in modo che le bottiglie preziose si possano ammirare. I mobili della cantina diventano sempre più “design” e tecnologici, unendo la bellezza e la versatilità e tenendo conto della Temperatura e Umidità che devono essere costanti. Molte persone trasformano questo “scrigno” in luogo di riunioni dove si discute di business in un posto sicuro ed appartato  dove si potrebbe terminare la riunione con l’apertura di un flacone importante!!!!

Il vero “Signore delle Cantine su misura” è un francese che abita a Montecarlo , si chiama Eric Lenar e la società Vira all in Wine.

I nostri clienti vogliono che le loro Crus siano facilmente accessibili , sopratutto, messe in valore. I nuovi consumatori “fortunati”, quelle che spendono vere e proprie fortune in bottiglie, le  vogliono trattare come delle opere d’arte” racconta Eric. La sua società è specializzata in progettazione , ideazione e realizzazione di cantine su misura in materiali come legno di diverse provenienze, metalli, materiali di sintesi ( quelli utilizzati per le cucine) che vengono consegnate “chiavi in mano”, addirittura fornite di bottiglie prestigiose, visto che Vira è anche un broker di vino.

cantina Vira realizzata in costa azzurra

Qua sotto un’immagine realizzata da Vira , questa cantina tutta in vetro e specchi è in corso di costruzione per un ricco cliente russo, nella stazione sciistica svizzera di Gstaad. Questa immagine di sintesi rappresentata con un realismo straordinario, ci rivela il lusso estremo del progetto. Il suolo è composto da lastre di vetro posate al di sopra di uno strato di ghiaia bianca. Due colonne in acciaio ospitano gli Champagne ad una Temperatura ottimale di 8°C, per una degustazione immediata. Sui lati i cassetti che ospitano le bottiglie sono confezionati  in cuoio di cammello mentre grossi specchi nascondono lo stoccaggio delle casse in legno. Per non sfigurare l’insieme il compressore che regola temperatura e umidità è posizionato all’esterno della cantina e le bocche di aereazione , fissate ai muri, sono praticamente invisibili.

Altra cantina con la predominanza del colore bianco realizzata in una pietra che in Francia si chiama Corian, molto utilizzata per le cucine su misura ed estremamente resistente. Questa cantina è veramente originale e rivoluzionaria rispetto ai colori classici richiesti per una cantina. Questa cantina è adiacente all’ufficio del proprietario olandese ad Amsterdam. Gli elementi in alto permettono di esporre le bottiglire più belle mentre nella parte inferiore trovano spazio cassetti e cubi per deporre le bottiglie, per un totale di 2500. Il suolo per fare risaltare il tutto è realizzato con una cera speciale con pagliuzze di cristallo.

Annunci
Posted in: guide, news, trend