Champagne storia o leggenda?

Posted on 19 novembre 2010

0


Nella regione di Champagne le prime vigne sono state piantate all’epoca romana, ma è nel medio evo, sotto l’impulso di alcuni monaci, che lo Champagne acquista la sua notorietà. In quel tempo le botti contenente lo Champagne facevano fuggire tutte le bollicine. Per tenere l’effervescenza naturale del vino, le prime bottiglie sono apparse intorno al 1660.

Assicuravano anche una migliore conservazione degli aromi nel corso dell’invecchiamento. Questa tecnica è stata perfezionata da Dom Perignon, monaco benedettino dell’abbazia de Hautvillers, a qualche km a nord di Epernay.

Il vino di champagne , come lo conosciamo oggi è il frutto di una lunga storia. Nel 1908 i vigneti di Champagne sono i primi a ricevere la Appellation d’Origine ( come la nostra DOC).

Ora alcuni tra i termini più utilizzati che possiamo trovare nelle bottiglie di Champagne.

GRAND CRU

Vino prodotto esclusivamente da uve provenienti da comuni classificati al 100% nella scala delle cru

PREMIER CRU

Vino prodotto esclusivamente da uve provenienti da comuni classificati dal 90 al 100% nella scala delle cru.

ROSE

Può essere ottenuto sia per macerazione ( rose de saignee) sia per assemblaggio ( lo champagne è la sola regione al mondo dove l’assemblaggio con aggiunta di vino rosso è permesso)

BLANC DE BLANCS

Vini prodotti esclusivamente da Chardonnay

BLANC DE NOIRS

Vini prodotti esclusivamente da vitigni a bacca nera vinificati in bianco ( Pinot Noir e Pinot Meunier)

MILLESIME

Deve provenire da una sola annata e deve invecchiare al minimo di tre anni. E’ destinato ad essere l’espressione di una sola annata al contrario del Sans Anee che è un assemblaggio, oltre che di crus e vitigni, anche di annate diverse in modo da avere sempre uno stile costante e riconoscibile.

N.M.

Negociant Manipulant. Casa di Champagne con licenza di acquistare le uve

R.M.

Recoltant Manipulant. Viticoltore che coltiva e produce esclusivamente con le proprie uve.

C.M.

Cooperative. Gruppo di piccoli produttori

R.C.

Recoltant Cooperateur. Viticoltore che mette la propria etichetta su un vino prodotto dalla cooperativa

N.D.

Champagne prodotto da uve di un viticoltore e che è venduto sotto la propria etichetta, ma il vino è fatto da una grande “maison” che ne assicura anche la distribuzione

 

M.A.

Marque d’Acheteur. Un grande compratore. Esempio catena alberghiera dove il nome figura bene sull’etichetta anche se proviene da una cooperativa oppure da una maison.

Annunci
Posted in: champagne, francia