Eno week in Francia

Posted on 20 ottobre 2010

0


Chi di voi non ha mai fatto un week end all’insegna del vino e del buon cibo? Io , personalmente,  sono abbonato e, quando il lavoro lo permette vado in giro per vigneti. Il turismo da vino è un movimento molto importante; in Francia annualmente ci sono 5 milioni di francesi e 2 milioni e mezzo di “stranieri” che raggiungono, girano, visitano, bevono e mangiano. Cifre molto importanti che hanno indotto il sotto segretario al Turismo della Francia a lanciare una nuova “etichetta” che si chiama Vignobles et Decouvertes e che si aggiunge alle ormai famose “strade del vino”.  Un nuovo servizio che si rivolge non proprio all’appassionato ma piuttosto al neofita ed ha come obiettivo di promuovere l’efficacia turistica e l’immagine delle zone vinicole promuovendo un importante indotto. 

Praticamente questa lista è destinata a zone vinicole francesi che devono potere offrire una serie di servizi: naturalmente devono offrire servizi di albergo e ristorante, proporre visite di cantine, visita di siti culturali( naturali, paesaggistici e culturali), uffici del turismo e strutture ricettive, eventi che hanno come protagonista il vino, attività sportive e/o di piacere, attività salutistiche. Il tutto deve stare in un perimetro di trenta km.

Inoltre si darà molto spazio ai commenti e consigli dei clienti, per monitorizzare la località si farà ricorso ai clienti “mistero” ( già ampiamente utilizzati nel settore alberghiero) che effettueranno un rapporto dettagliato sulla località.

Le cantine che vogliono fare parte di questa etichetta devono potere offrire delle degustazioni guidate, essere aperti da Pasqua a novembre, i sabati e le domeniche, non condizionare i clienti dopo visita o degustazione ad un acquisto forzato del prodotto,partecipare alle formazioni richieste, essere pronti ad accogliere sia la clientela individuale che quella di gruppo e sopratutto quella con handicap. Visite guidate e possibilità di offrire al cliente degli stage di degustazione.

Insomma un pacchetto completo che permette di esplorare nuovi indotti turistici: Dopo le strade del vino un’altra ottima iniziativa legata al mondo del vino: Ministro Brambilla prendiamo spunto dai nostri cugini e puntiamo sull’eno turismo

Annunci
Messo il tag:
Posted in: eno-turismo, francia